■ CONSULTA PER L’AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE – UNA NUOVA SFIDA PER LA PROVINCIA DI BRESCIA

Consulta per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile: una soluzione per evitare nuove discariche è quella del riuso. Peccato che le norme sull’ “End of Waste” non aiutino. In Olanda riciclano il 95% del materiale da costruzione.

 

■ «End of Waste» per i rifiuti edili: il Ministro Costa ha annunciato che il decreto è pronto

Nel corso dell’audizione presso la Commissione bicamerale sulle ecomafie il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato che è pronto il decreto «End of Waste» che disciplinerà il riciclo dei rifiuti da costruzioni e demolizioni (circa 51 mln di tonnellate/anno).

Il decreto dovrebbe sbloccare le attività di riciclo che si trovano in forte affanno dopo la sentenza del Consiglio di Stato del 2018 che aveva stabilito che la cessazione della qualifica di rifiuto poteva essere prevista soltanto dalla normativa dell’Unione Europea o nazionale.

Oltre al decreto per i rifiuti da costruzione, Costa ha aggiunto che a breve verranno notificati alla Unione Europea anche i decreti per gomma vulcanizzata, pastello di piombo, plastiche miste e pulp di carta da macero. Il Ministro ha comunicato, inoltre, che sono già allo studio i anche i decreti per gestire vetro, inerti da spazzamento strade, olii esausti, ceneri da altoforno e residui di acciaierie.

■ LIVING LAB – Il recupero di materia nel cemento e calcestruzzo

Il living lab è un momento di confronto fra tutti gli attori coinvolti nell’applicazione e nella promozione dell’economia circolare, unico modello industriale oramai possibile, ai settori del cemento e del calcestruzzo. L’evento si svolge nell’ambito delle attività di RINA all’interno del progetto FISSAC* (Fostering Industrial Symbiosis for a Sustainable Resource Intensive Industry across the extended Construction Value Chain),
co-finanziato dalla Commissione Europea nel programma Horizon 2020, che prevede il coinvolgimento di diversi stakeholder appartenenti ai settori delle costruzioni e delle demolizioni. Obiettivo del progetto è quello di sviluppare una metodologia e una piattaforma di scambio di informazioni e la creazione di network di simbiosi industriale per agevolare la replicazione di modelli di economia circolare, sia a livello locale che regionale (http://fissacproject.eu/it/).

11 DICEMBRE 2018
Presso RINA – ROZZANO (MI)
Via Gran S. Bernardo, strada 7, palazzo R1

■ Borsa triennale di Dottorato sulla caratterizzazione ambientale e tecnica dei rifiuti da costruzione e demolizione

L’Università degli studi di Brescia ha attivato una Borsa triennale di Dottorato sulla caratterizzazione ambientale e tecnica dei rifiuti da costruzione e demolizione e degli aggregati riciclati prodotti al fine dell’impiego nel calcestruzzo, nelle costruzioni stradali e nelle opere geotecniche.

Il Dottorando dovrà svolgere l’attività prevalentemente presso il Dipartimento DICATAM – Dipartimento di Ingegneria Civile Ambiente Territorio Architettura e Matematica.

Per l’attività di ricerca inerente la Borsa di Dottorato proposta viene definito di massima il seguente programma di ricerca, suddiviso in due sezioni separate relative a:
► attività di ricerca e documentazione;
► attività sperimentale di laboratorio.

Chi fosse interessato a partecipare al bando può trovare maggiori informazioni sul sito dell’Università a questo indirizzo.

■ Atti del seminario “Studi e ricerche per un’economia circolare nel settore dei rifiuti da costruzione e demolizione”

Il 16 aprile 2018 è stato organizzato, in collaborazione con ANCE Lombardia, nell’ambito delle attività del Protocollo d’Intesa sottoscritto in data 17 aprile 2017, un seminario di presentazione di due studi realizzati rispettivamente dal Centro Studi MatER del Politecnico di Milano di analisi LCA (Life Cycle Assessment) del sistema di gestione dei rifiuti da costruzione e demolizione, al fine di conoscere i flussi di tali rifiuti con particolare attenzione alla qualità e quantità del materiale prodotto dall’attività di recupero e all’effettivo utilizzo dei materiali da essa ottenuti. Il secondo studio è stato realizzato dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Ambiente e di Matematica dell’Università di Brescia; nell’ambito di tale lavoro è stato effettuato un approfondito inquadramento normativo di settore e delle linee guida nazionali e internazionali sul recupero degli aggregati riciclati e un’analisi delle applicazioni reali di recupero e utilizzo di tali materiali nei settori edile, stradale ed ambientale a livello nazionale.

Si pubblicano di seguito il programma e le slides presentate in occasione dell’evento.